Software per lo studio legale: gratuito o a pagamento?

Per un avvocato avere un software per lo studio legale è senza dubbio una grande facilitazione che favorisce nell’attività lavorativa scandita da udienze, scadenze da ricordare, termini importanti, appuntamenti in agenda da gestire e clienti da incontrare. In questa molteplicità di cose da ricordare è sempre buono avere un gestionale che contenga file, documenti, comprenda un’agenda e che sia in grado di garantire la connessione ad esso da ogni dispositivo dotato di connessione.

Perché utilizzare un software gestionale per lo studio legale?

Il supporto di un software per lo studio legale aiuta il professionista nello svolgimento dell’attività lavorativa considerando che, la crescente applicazione del Processo Civile Telematico, porterà l’avvocato a divenire un avvocato digitale e ad abbandonare le vecchie pratiche cartacee. Niente più scaffali infiniti pieni di faldoni e documenti da ordinare, ma un unico programma in grado di archiviare tutte le pratiche sulle quali si sta lavorando e al quale si può accedere anche non essendo fisicamente in ufficio.

Software per lo studio legale: pro e contro del gestionale gratuito

Tra i punti favorevoli più ovvi del gestionale per lo studio legale gratuito è il fatto di non dover pagare costi di attivazione e canoni. Però queste tipologie di software hanno delle limitazioni e delle lacune che sono risolte dai gestionali a pagamento. Uno dei punti a sfavore è che non si ha a disposizione uno spazio di archiviazione illimitato e che, per averlo, bisogna comunque pagare. Inoltre non si ha la certezza della conservazione dei propri documenti e non si è affiancati da assistenza di professionisti nell’utilizzo del gestionale.

Software per lo studio legale: pro e contro del gestionale a pagamento

Se utilizzare un software per lo studio legale a pagamento ha di contro il prezzo che si deve pagare per l’attivazione e per i canoni annuali, ha anche numerosi vantaggi e punti di forza da non sottovalutare.

Tra i principali vantaggi troviamo:

  • La possibilità di utilizzare il servizio h24 ogni giorno;
  • Utilizzare il software senza installazione, ma accedendovi online con username e password ed essendo seguiti da assistenza quando si ritiene necessario;
  • Utilizzare il software da qualsiasi dispositivo, che si trovi in ufficio, in tribunale o a casa necessitando solo di una connessione Internet e mantenendo le impostazioni predefinite prescelte;
  • Sfruttare la sicurezza e la praticità del cloud che permette di consultare i propri dati da qualsiasi parte del mondo ed avere la sicurezza di non perderli grazie ai protocolli di sicurezza che proteggono l’accesso al servizio crittografando i dati di navigazione;
  • Conservare i documenti ed archiviare le pratiche attraverso un apposito archivio con spazio illimitato, che li divide e cataloga nelle rispettive sottocartelle, facile da ricercare e consultare;
  • Inserire le anagrafiche dei vari contatti, in modo che, risulti facile trovare tutti i documenti relativi ad ogni singolo cliente quando si ha necessità di ricercarli;
  • Gestire la propria agenda legale con la facoltà di esportare il calendario sui propri dispositivi mobili in totale sicurezza;
  • Fatturare attraverso il generatore di fatture e parcelle sia per privati che per la Pubblica Amministrazione
  • Sincronizzazione con Polisweb che permette di depositare telematicamente gli atti in tribunale;
  • Effettuare il deposito telematico;
  • Leggere la propria posta elettronica certificata (PEC);
  • Accesso a ReGIndeE con la possibilità di consultare il database delle PEC di enti o di altri avvocati;
  • Creare la propria carta intestata attraverso lo strumento composizione studio.

 

Quindi le possibilità che un software per lo studio legale offre sono molteplici. Utilizzarlo risulta intuitivo, pratico e facilitante per la professione. Si può iniziare ad utilizzarlo usufruendo del periodo di prova gratuito.

Leave A Comment

You must be logged in to post a comment.