La PEC non funziona più!

In questi ultimi giorni si è presentato inaspettatamente un problema con la casella di Posta Elettronica Certificata, la PEC per intenderci. Improvvisamente diversi clienti ci stavano segnalando disservizi con la loro PEC che inaspettatamente aveva cessato di inviare e ricevere messaggi.

Come puoi immaginare, un problema di non poco conto, visto che per un Avvocato la PEC è uno strumento di lavoro molto importante.

 

Ma vediamo in realtà di cosa si è trattato.

L’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) ha richiesto a tutti i gestori di Posta Elettronica Certificata di incrementare il livello di sicurezza delle comunicazioni PEC.

Per questo motivo, a partire dal 1° luglio 2019, Legalmail (in realtà tutti gli Enti Certificatori in Italia) ha modificato i propri parametri di sicurezza utilizzando unicamente il protocollo TLS nella versione 2.1.

Per i non addetti ai lavori, un protocollo è un insieme di procedure prestabilite per portare a termine un compito, diciamo così e nel caso della posta elettronica serve a “crittografare”, rendere illegibili a terzi, il contenuto dei messaggi che vengono scambiati, per evitare che qualcuno, oltre il mittente e i destinatari, possano leggere i messaggi e impicciarsi degli affari degli altri.

 

Si tratta di un ulteriore passo per rendere più sicuro lo scambio di contenuti online.

Questo si traduce però in inevitabili problemi da risolvere per chi, e sono tanti, utilizza software obsoleto o non mantenuto aggiornato. 

Ad esempio, su sistemi operativi Windows 7 e Windows 8, oppure su vecchie versioni di Outlook, potrebbe apparire un messaggio come questo: “Il server non supporta il tipo di crittografia di connessione specificato” e non permettere l’invio della posta.

Se hai questo tipo di problemi il consiglio che posso darti è quello di utilizzare la webmail della tua casella PEC, in sostanza accedere alla tua casella da un browser internet, lo stesso che usi per navigare su internet per intenderci, e informare il tuo tecnico di fiducia che provvederà ad adeguare, se possibile, i tuoi sistemi al nuovo protocollo TLS 2.1. 

 

Il nostro consiglio è, ovviamente, quello di aggiornare i sistemi operativi dei tuoi computer a Windows 10 e sostituire o aggiornare, se possibile, il software installato sul tuo PC che utilizzi per gestire la posta elettronica (Outlook ad esempio). 

E mantenere tutto costantemente aggiornato, sempre.

Hai bisogno di altre informazioni?

Non esitare a contattarci tramite il nostro modulo contatti, ti risponderemo il prima possibile.